4
Apr
2014

La culla della leadership “Profumo di donna” Al Pacino

Di Gianluca Gaggioli pubblicato venerdì 4 aprile 2014 in Risorse infrastruttura e ambiente |

godfather painting by Chewstroke

Questa volta voglio presentarvi un altro discorso memorabile tratto da “Profumo di donna” in cui un memorabile Al Pacino snocciola ai cattedratici presenti quali dovrebbero essere i valori di cui dovrebbe essere fatto un leader.

Onestà,valori, qui dove dovrebbero essere preservati , diventa proprio  il primo posto dove invece rischiano di essere corrotti.

“La leadership si esercita non tanto a parole quanto attraverso l’atteggiamento e le azioni”, oggi sono proprio queste azioni che vengono meno “Quando si può corrompere e svendere tutto ciò che conta, quando si può venire meno a una parola data perché non è più vantaggioso rispettarla, quando il vivere di espedienti diventa rutine”…..è proprio qui che diventano importanti uomini di valore ed esempi come Charlie  indispensabili per una leadership di riferimento;

“La leadership non consiste in una posizione. E’ un’autorità di tipo morale e l’autorità morale deriva dal rispettare principi universali e senza tempo”.

Il signor Simms non la vuole.

Non gli interessa l’etichetta di “studente ancora degno della Baird School”. Ma che significa, qual è il vostro motto qui: basta denunciare i propri compagni per salvarsi il ****?

E chi non fa la spia viene mandato al rogo? Beh, signori miei, quando piove la *****, c’è molta gente che scappa e pochi altri che tengono duro, e qui Charlie affronta il fuoco mentre George si nasconde nelle mutande di papà. E voi che cosa fate? Decidete di salvare George e di distruggere Charlie. […]

Io non so chi ha frequentato questa scuola, Guglielmo Howard Taft, Guglielmo Jennings Bryan, Guglielmo Tell, chiunque sia, il loro spirito è morto, e se ce l’hanno mai avuto è scomparso. Alla Baird state forgiando dei serpenti, una razza di viscidi conigli spioni, e se credete di portare questi cuccioli alla virilità levatevelo dalla testa signori miei, perché io vi dico che state uccidendo proprio quello spirito che questa istituzione pretende di infondere.

Che truffa! E che cos’è questa pagliacciata che avete messo su oggi? L’unico attore di classe di questa farsa è accanto a me, e io affermo che l’anima di questo ragazzo è intatta, non è negoziabile, e sapete come lo so? Qualcuno qui, e non starò a dirvi chi, lo voleva comprare. Ma il nostro Charlie non vendeva. […]

C’è stato un tempo in cui ci vedevo, e allora ho visto, ragazzi come questi, più giovani di questi, con le braccia strappate, le gambe brutalmente lacerate, ma non c’è niente, niente di peggio che assistere alla stupida amputazione di un’anima, perché, perché per quello non c’è protesi. Voi pensate di rispedire questo splendido soldato alla sua casa dell’Oregon con la coda tra le gambe, ma io vi dico che voi signori, voi state condannando a morte la sua anima! E perché, perché non è uno della vostra Baird? Un privilegiato.

Ferite questo ragazzo e infangherete la Baird tutti quanti, e voi Harry, Jimmie, Trent, dovunque siate laggiù, andate a fare in ****! […]

Entrando qua dentro, ho sentito queste parole: “la culla della leadership”. Beh, quando il supporto si rompe, cade a pezzi la culla, e qua è già caduta, è già caduta. Fabbricanti di uomini, creatori di leader, state attenti al genere di leader che producete qua.

Io non so se il silenzio di Charlie in questa sede sia giusta o sbagliata, non sono giudice ne giurato, ma vi dico una cosa: quest’uomo non venderà mai nessuno per comprarsi un futuro!

E questa amici miei si chiama onestà, si chiama coraggio, e cioè quelle cose di cui un leader dovrebbe essere fatto. 

Io mi sono trovato spesso ad un bivio nella mia vita, io ho sempre saputo qual’era la direzione giusta, senza incertezze sapevo qual’era, ma non l’ho mai presa, mai. E sapete perché? Era troppo duro imboccarla.

Questo succede a Charlie, è giunto ad un bivio, e ha scelto una strada, ed è quella giusta, è una strada fatta di principi, che formano il carattere. Lasciatelo continuare nel suo viaggio, voi adesso avete il futuro di questo ragazzo nelle vostre mani, è un futuro prezioso, potete credermi. Non lo distruggete, proteggetelo, abbracciatelo, è una cosa di cui un giorno andrete molto fieri, molto fieri.

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
photo by: chewstroke
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 4 aprile 2014 da Gianluca Gaggioli il venerdì, aprile 4, 2014 alle 23:18 ed appartiene alla categoria Risorse infrastruttura e ambiente. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »