4
Nov
2013

Night Quality Quote John Ralston Saul

Di Gianluca Gaggioli pubblicato lunedì 4 novembre 2013 in quotes |

John Ralston Saul keynote speech at the 2006 Parkland Conference

“To say now that the negative results of globalization are simply Destiny is to say that a whole new round of social divisions and violence is also our Destiny. In other words, the collapsing job market, slipping standards of living, the loss of fair regulations, the evaporation of big business tax revenues and the weakening of social programs are inevitable and so we must begin the endless, sterile battles of social division all over again. John Ralston Saul

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
photo by: ItzaFineDay
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 4 novembre 2013 da Gianluca Gaggioli il lunedì, novembre 4, 2013 alle 23:27 ed appartiene alla categoria quotes. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »