24
Mag
2013

Just-in-time

Di Gianluca Gaggioli pubblicato venerdì 24 maggio 2013 in Prodotto pianificazione e progetti |

Digital

Just-in-Time è un modo di gestire i sistemi di produzione in maniera da poter ridurre gli scarti di tempo e di immagazzinamento al più a basso costo, aumentando così i profitti.

Il principio del Just in Time è il sistema di gestione della produzione al fine che il materiale arrivi giusto in tempo per poter essere utilizzato.

Il settore più comune  dove viene utilizzato il  Just In Time di produzione è l’industria automobilistica.

Tuttavia, molte altre organizzazioni di tutte le dimensioni e di prodotti sono attualmente in fase di sviluppo o di uso nella produzione del Just-in-Time.

La produzione Just in Time suonerebbe come un  processo molto semplice da mettere in uso ma può diventare un processo oltremodo difficile, costoso e molto rischioso per la realizzazione e consegna del prodotto finito.

Just-in Time di produzione è difficile da impostare, perché ogni organizzazione ha bisogno di personalizzare il suo percorso per soddisfare le loro specifiche esigenze.

Anche se molte aziende cercano l’aiuto da società di consulenza per il compito difficile di gestione del processo, ci sono molti punti chiave che essi stessi possono affrontare autonomamente del Just-in-Time.

Pianificare riunioni regolarmente con le risorse organizzative per raccogliere informazioni sui problemi sui vari processi organizzativi, così come intraprendere  le soluzioni  possibile o altre attività avranno la funzione di migliorare il just in time e In questo modo i lavoratori si sentiranno maggiormente coinvolti e motivati nell’attuazione del processo, comportando un atteggiamento positivo circa il cambiamento

Questo potrebbe significare ridisegnare vari settori come il prodotto o il processo stesso dell’organizzazione.

Una volta che l’organizzazione inizia a girare in un ottica di just in time, il sistema ora ha la capacità di produrre in modo più efficiente piccoli lotti di prodotti fino ad andare a regime completo con grandi serie.

Tuttavia, questo richiede che il materiale venga consegnato con frequenza maggiore.  Riducendo tempo tra il trasporto delle singole parti e la sua messa in produzione.

Per fare questo, le postazioni di lavoro devono  essere riorganizzate.

Migliorare l’utilizzo del tempo è anche un altro modo per migliorare la produttività e l’efficienza.

Mentre un lavoratore o una macchina è in attesa di altre parti del sistema produttivo dette risorse in “attesa” possono essere impiegate per la manutenzione degli apparati momentaneamente fermi

Questo rende la maggior parte del tempo impiegato lavorando dalle risorse e può aiutare a prevenire guasti futuri per mancanza di manutenzione.

Aumentare la consapevolezza dei lavoratori con corsi di formazione specifica sul just in time.

Questo può includere la formazione su più macchine, capacità di mantenere le macchine, ed eseguire l’ispezione corretta riducendo la possibilità del verificarsi di guasti

Tutto questo renderà la forza lavoro dell’organizzazione più versatile e potrà aiutare l’eliminazione delle difettosità

Anche se il sistema kanban non è necessariamente da mettere in uso in un sistema Just in Time è un buon strumento organizzativo per contribuire ad eliminare incomprensioni e aumentare la comunicazione. Questi punti sono cose che l’organizzazione può controllare e migliorare per il successo dell’integrazione del sistema Just in Time.

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
photo by: idealisms
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 24 maggio 2013 da Gianluca Gaggioli il venerdì, maggio 24, 2013 alle 07:49 ed appartiene alla categoria Prodotto pianificazione e progetti. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »