16
Apr
2013

Total Cost of Ownership (TCO)

Di Gianluca Gaggioli pubblicato martedì 16 aprile 2013 in Misurazione analisi e miglioramento |

V22-Osprey

Total Cost of Ownership (TCO), costo totale di proprietà/costo totale di possesso, è un approccio impiegato per misurare tutti i costi del ciclo di vita.

È appropriato rilevare che questa tecnica di previsione dei costi è in uso nell’ambito dei beni durevoli di largo consumo quali attrezzature industriali, veicoli di trasporto e mezzi di trasporto in genere.

L’analisi TCO deve quindi tener conto di:

costi per l’acquisto dei componenti

costi per lo sviluppo  dei progetti

costi esecutivi, legati all’aggiornamento e alla manutenzione e all’esercizio delle attrezzature/servizi; questi costi definiti “costi operativi” racchiudono: formazione di personale, supporto nei problemi riscontrati nell’utilizzo delle apparecchiature, ecc ecc

costi legati allo smaltimento

L’approccio TCO è basato sulla attenta valutazione che il costo totale di impiego di una apparecchiatura non deriva solo dai costi di acquisto, ma anche dai tutti glii oneri che agiscono durante l’intera vita di esercizio dello strumento.

I costi legati alla stessa espressione del TCO, che rientrano allo stesso modo nel TCO sono fin troppo rilevanti, dunque tale sistema viene spesso utilizzato solo da grandi organizzazioni strutturate

Il TCO è una analisi  dei costi di esercizio di una apparecchiatura/sistema: esso quindi non tiene conto di possibili ritorni dovuti all’investimento in nuove tecnologie.

Il TCO trova applicazione in qualsiasi campo, laddove sia possibile registrare i costi di esercizio di una determinata funzione organizzativa.

Il TCO si propone come un sistema ottimo per valutare quantitativamente i costi totali, identificando tutte le spese, in termini chiari e facilmente stimabili; ma espone lo svantaggio di non poter stimarne il valore organizzativo d’insieme, solitamente viene adoperato come unico strumento di analisi tralasciando altri sistemi di gestione più importanti e senza ottimizzare altri tipi di provvidenze più complicate da misurare e più discutibili.

Costo totale di proprietà (TCO) è un visione di gestione che può essere adoperata in ragioneria costo totale o addirittura gestione di un sistema organizzativo di tipo “ecologico” dove implica anche costi collettivi.

TCO, quando incluso in qualsiasi studio minuzioso di provvidenza finanziaria, fornisce una piattaforma di costo per la definizione del valore economico complessivo di un investimento/progetto.

Gli esempi implicano: restituzione sugli investimenti, tasso interno di produttività, qualità economica aggiunta, ritorno in nuova tecnologia e la rapida dimostrazione economico/finanziaria.

Un’analisi TCO comprende il costo totale dei costi di acquisizione e operativi.

TCO viene utilizzato per calcolare l’estensione della redditività di un investimento. L’organizzazione può adoperarlo come strumento di paragone del prodotto/servizio/processo.

TCO si riferisce esplicitamente al patrimonio di una organizzazione e / o di sistemi relativi costi totali in tutti i programmi e processi di gestione aziendale, dando così un quadro della redditività nel tempo.

Il concetto di TCO è abbondantemente usato nel settore del trasporto sia ferroviario, aereo o navale. Per prototipo, il TCO definisce il costo gestione di  aereo dal momento dell’acquisto da parte dell’organizzazione, attraverso la sua gestione e la conservazione al momento in cui sarà arrivato il suo fine vita

Applicazioni comparative di TCO tra i vari schemi, aiutano le organizzazioni a scegliere al fine di soddisfare  le loro necessità economiche.

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
photo by: HooLengSiong
Questo articolo è stato pubblicato martedì 16 aprile 2013 da Gianluca Gaggioli il martedì, aprile 16, 2013 alle 06:51 ed appartiene alla categoria Misurazione analisi e miglioramento. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »