31
Lug
2014

Sprechi ….. quotidianità nelle organizzazioni

Di Gianluca Gaggioli pubblicato giovedì 31 luglio 2014 in Misurazione analisi e miglioramento |

Spazzatura

Quale significato possiamo dare allo spreco nelle organizzazioni aziendali?

Per il dizionario…….

Lo sprecare; uso, consumo inutile o eccessivo di qualcosa: fare s. di denaro, di tempo, di forze, di energia; bisogna mettere fine agli sprechi ‖ A spreco, in grande abbondanza, quanto se ne vuole: c’è da mangiare e da bere a s. 2 ECON Impiego improprio, errato, scorretto delle risorse disponibili Grande Dizionario Italiano di GABRIELLI ALDO

Per glia aforismi

“Spreca il tuo denaro e resti soltanto senza denaro, ma spreca il tuo tempo e avrai perso parte della tua vita.”

“Il tipo di spreco più pericoloso è quello che non siamo in grado di riconoscere”

“L’uomo è fatto di tempo, un prodotto con una data di scadenza. E dunque l’unico vero valore è il tempo, quello che sprechiamo in coda, in spostamenti forzati, in burocrazia inutile. Il tempo va liberato.”

“Quando comprate una banana volete il frutto, non la buccia. Però dovete pagare anche per quella. Si tratta di uno spreco e voi, i clienti, non dovreste pagare per questo”

Spreco è una qualsiasi perdita di risorse,  energia, tempo, materiale per il quale l’utilizzatore finale non è disposto a pagare tale perdita, in quanto uno spreco, anzi lo SPRECO non genera valore al prodotto / servizio.

Quando si elimina uno SPRECO in un prodotto / servizio si genera VALORE certo in primis verso l’organizzazione e di seguito ma non meno importante al CLIENTE finale.

Ma quali sono le principali categorie di spreco nelle organizzazioni…….

Eccedenza nella produzione . . . Obiettivo di miglioramento . . . Produzione in Just In Time e quantità occorrente.

Difetti non conformità . . . Obiettivo di miglioramento . . . fermare il processo nel momento in cui si manifesti la problematica.

Vettori . . . Obiettivo di migliorament . . . Ottimizzazione della gestione nell’utilizzo dei vettori.

Contini inventari . . . Obiettivo di miglioramento . . . miglioramento del processo degli acquisti e nella gestione dei magazzini (arrivo / collaudo / produzione / collaudo finale)

Tempi morti . . . Obiettivo di miglioramento . . . migliorare il processo un un flusso più continuo nella gestione dell’organizzazione

Processi errati . . . Obiettivo di miglioramento . . . eliminazione del problema eliminando eventuali problematiche che generano  guasti

Movimentazioni . . . Obiettivo di miglioramento . . .  Miglioramento della logistica

Risorse non utilizzate al meglio . . . Obiettivo di miglioramento . . . Le risorse dell’organizzazione sono il VALORE PIU’ IMPORTANTE, sono soprattutto PERSONE con SOGNI e VALORI e OBIETTIVI, coinvolgiamole al meglio e non si sentiranno puramente “UTILIZZATE” ma si identificheranno nel VALORE AGGIUNTO

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 31 luglio 2014 da Gianluca Gaggioli il giovedì, luglio 31, 2014 alle 23:17 ed appartiene alla categoria Misurazione analisi e miglioramento. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »