1
Ott
2013

Quali domande porre durante un audit 19011:2012

Di Gianluca Gaggioli pubblicato martedì 1 ottobre 2013 in Misurazione analisi e miglioramento |

e-mail symbol

Predisporre una “scaletta” delle domande che verrano poste in sede di Audit può certamente agevolare il lavoro dell’auditor

Pare ovvio ma non sempre è così per la “tuttologia” degli auditor che conoscere prima il manuale dell’organizzazione che andremo ad intervistare agevolerà certamente il lavoro.

Manuale, procedure, istruzioni operative, processi del  sistema e più in gererale essere “esperti” del settore che andremo ad intervistare certamente agevolerà il lavoro.

Che cosa e come si fa: processi di ingresso e di uscita limpidi e circoscritti processo e responsabilità certa.

Chi lo fa: L’incaricato del processo deve essere adeguatamente formato sull’esecuzione dei processi o delle istruzioni per raggiungere l’obiettivo ed avene consapevolezza.

Come viene realizzato: processi chiari e ben assimilati su tutto quello che il processo richiede.

Mezzi e attrezzature per la realizzazione: la risorsa deve essere adeguatamente istruita sull’uso degli strumenti forniti dall’organizzazione par la realizzazione dello scopo attrezzature, strumenti di analisi e formazione sull’uso degli stessi.

Quando un processo è positivo: quale tipologie di controlli, autocontrolli, porre in essere per sapere se il processo si è svolto positivamente.

Il come e il perché: cognizione della risorsa perché vi fa così, coinvolgimento (complicity) e attribuzione delle responsabilità nell’organizzazione.

Sviluppo nel processo: spirito costruttivo atto al miglioramento dei processi organizzativi, miglioramento inteso anche come applicazione di specifiche azioni preventive e/o correttive.

Visione sul processo: coordinamento gerarchico funzionale, l’essere in carica con autorevolezza e competenza il perché può sempre essere fatto meglio.

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
photo by: Micky.!
Questo articolo è stato pubblicato martedì 1 ottobre 2013 da Gianluca Gaggioli il martedì, ottobre 1, 2013 alle 06:33 ed appartiene alla categoria Misurazione analisi e miglioramento. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »