22
Lug
2014

FMEA Failure Modes and Effects Analysis

Di Gianluca Gaggioli pubblicato martedì 22 luglio 2014 in Misurazione analisi e miglioramento |

IMG_3431 FMEA vs Pareto

La FMEA Failure Modes and Effects Analysis consente di identificare le cause nello sviluppo di un percorso CAUSA – MODO – EFFETTO relativamente alla messa in opera di un Processo / Prodotto al fine di poter intraprendere le adeguate azioni al verificarsi di una delle possibilità CAUSA – MODO – EFFETTO.

In organizzazioni nelle quali è operante una metodologia SIX SIGMA la metodologia FMEA può essere utilizzata al fine di determinare i processi e le relazioni tra INPUT / OUTPUT e tutto quello che può operare interferenze nella realizzazione del Processo / Prodotto.

Ne deriva una migliore gestione dei processi di analisi dei rischi associati e le relative azioni di miglioramento da porre in essere.

Al fine di associare un indice numerico nella gestione delle priorità possimo utilizzare l’indice RPN Risk Priority Number.

Questo indice prende in considerazione i seguenti eventi:

O: OCCURANCE

S: SEVERITY

D: DETECTION

Il primo esamina la Probabilità

Il secondo la Gravità

Il terzo la Rilevabilità

Causa

Effetto

Guasto

Quindi cosa bisogna fare?

Analisi delle potenzialità e modalità di guasto.

Valutazione dei suoi effetti e gravità nel caso in cui si manifesti.

Cause associate e valutazione probabilistica del riproducibilità degli eventi riscontrati.

Analisi della metodologia di indagine al fine di capire se è veramente la più efficace al fine di terminare le modaità di guasto.

Azioni Correttive azioni di miglioramento da intraprendersi.

Valutazione / Misurazione dopo un dato tempo della bontà delle intraprese.

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
photo by:
Questo articolo è stato pubblicato martedì 22 luglio 2014 da Gianluca Gaggioli il martedì, luglio 22, 2014 alle 22:21 ed appartiene alla categoria Misurazione analisi e miglioramento. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »