30
Gen
2013

Comportamento degli auditor in sede di audit 19011:2012

Di Gianluca Gaggioli pubblicato mercoledì 30 gennaio 2013 in Misurazione analisi e miglioramento |

5 Questions with...

Condurre un audit e chi lo “subisce” va comprendere ad ogni auditor quanto possa essere delicata la conduzione di detta attività, rimanendo salda la consapevolezza che un audit deve essere il più oggettivo possibile

Capacità di ascolto far parlare l’intervistato con spirito attento ed incuriosito

Essere capace si saper condurre l’intervista ma senza condizionare la risorsa intervistata

Vedere di persona i luoghi dove operano le risorse dell’organizzazione ed intervistarle sul posto dove lavorano,  i risultati delle interviste dovrebbero essere sintetizzati e riesaminati con la risora intervistata.

Ringraziare sempre la risorsa intervistata.

Evitare disturbi inutili o soste prolungate.

Condurre l’audit nella maniera più lineare possibile ed evitando di sorprendere o stravolgere l’organizzazione durante lo svolgimento delle loro normali attività.

Essere armato di infinta pazienza ed evitare ogni tipo di polemica o essere inutilmente spiritoso o sarcastico.

Essere dotati della giusta quantità di leadership al fine di essere sempre lui il conduttore con autorevolezza ma sempre educato e non autoritario.

Saper porre i quesiti giusti alle risorse intervistate giuste e sapendo pretendere altrettanto risposte giuste.

I fatti devono sempre esere il filo conduttore dell’audit l’oggettività deve essere il Must e non farsi trascinare in impressioni o pareri personali.

Chidere le eventuali autorizzazioni per eventuali riprese audio-video e considerare i connesi aspetti sindacali e di riservatezza  D,lgs 196/2003 e L. 300/1970

 

L’AUDIT SI RICEVE E NON SI SUBISCE

L'autore: Gianluca Gaggioli

Gianluca Gaggioli: coniugato, con tre figli tutti nati a breve distanza, non si sa come trovi anche il tempo di "dilettarsi" sulle tematiche di qualità e management. Rail Strategist - Rail Fire Fighting - da oltre quindici anni lavora nel ambito ferroviario e medicale nel ruolo di "Assicurazione Qualità e dei Sistemi per la Gestione della Qualità". Competenze specifiche: Gestione della Qualità Secondo le Normative EN ISO 9001, EN ISO 14001, BS 18001, COCS 30.5/DT Trenitalia, Schemes Entities in Charge of Maintenance (ECM), ISO 31000, SGSL, OT24, MOG, EN ISO 13485, IRIS (International Railway Industry Standard), Six Sigma, Kaizen, Auditor Sistemi Qualità Certificato 19011 1a / 2a Parte (Audit interni e fornitori) e Abilitazione Formatore RSPP ASPP, dal 2008 attività di consulenza aziendale in materia di Sicurezza sul Lavoro; DVR, POS, DUVRI, Progettazione piani per la sicurezza (organizzazione e gestione corsi lavoratori); da Giugno 2011 Editor in Chief di Organizzazione Qualità. .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
photo by: opensourceway
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 30 gennaio 2013 da Gianluca Gaggioli il mercoledì, gennaio 30, 2013 alle 07:45 ed appartiene alla categoria Misurazione analisi e miglioramento. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »