22
lug
2013

CND CONTROLLI NON DISTRUTTIVI SU GIUNTI SALDATI VT VISUAL TEST UNI EN ISO 17637

Di Filippo Terrenzio pubblicato lunedì 22 luglio 2013 in Misurazione analisi e miglioramento |

Welding

 

CND CONTROLLI NON DISTRUTTIVI SU GIUNTI SALDATI

VT VISUAL TEST UNI EN ISO 17637

http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/uni-en-iso-17637-2011.html

Requisiti necessari per validare il controllo:

UTILIZZO DI UNA PROCEDURA VALIDATA DA UN LIV.3 UNI EN ISO 9712

PERSONALE QUALIFICATO LIV.2 UNI EN ISO 9712

PERSONALE CON IDONEITA’ FISICA IN CORSO DI VALIDITA’ UNI EN ISO 9712

(Almeno un occhio, con o senza mezzi correttivi, lettura del carattere JAEGER 1 o equivalente a una distanza non inferiore a 30cm e capacità di distinguere e differenziare il Contrasto Cromatico con il TEST ISHIHARA)

http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/uni-en-iso-9712-2012.html

Prima di eseguire ogni controllo è necessario:

  1. Verificare l’illuminamento della superficie da analizzare che deve comprendere la Zona Fusa, la Zona Termicamente Alterata e il Metallo Base con  500lux raccomandati

(utilizzare strumentazione idonea – LUXMETRO –  con certificato in corso di validità)

  1. Pulire la superficie da analizzare, minimo 10 mm del metallo base dalla Zona Termicamente Alterata della saldatura
  2. Rispettare la distanza visiva dalla superficie, massimo 600mm con 30° di inclinazione
  3. Munirsi dei riferimenti dei giunti saldati da controllare (disegni tecnici e WPS di riferimento)
  4. Fornirsi del livello di qualità delle imperfezioni dei giunti saldati da controllare (stabiliti o in fase contrattuale o sui disegni tecnici) secondo:
  • UNI EN ISO 5817 Giunti saldati per fusione di acciaio, nichel, titanio e loro leghe (esclusa la saldatura a fascio di energia)

http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/uni-en-iso-5817-2008.html

  • UNI EN ISO 10042 per le leghe di Alluminio e le sue leghe

http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/uni-en-iso-10042-2007.html

 

Altri livelli di qualità a seconda delle richieste del cliente; i livelli di qualità delle imperfezioni devono essere definiti a livello progettuale.

  1. Avere tutta la strumentazione necessaria per il controllo dimensionale

(utilizzare strumentazione idonea – WELD GAUGE – con certificato in corso di validità)

Se necessario realizzare un’Istruzione Operativa su come eseguire il controllo VT sul prodotto dedicato.

In particolare i saldatori che eseguono i cordoni sono i primi che in autocontrollo verificano la conformità del giunto e bisogna istruirli nell’individuare le imperfezioni, come segnalarle e come ripararle.

La gestione delle riparazioni vanno concordate in fase contrattuale.

L'autore: Filippo Terrenzio

Ingegnere Meccanico, Coordinatore di Saldatura IWE , Project Manager prodotti saldati. 6 anni nel settore ferroviario nel controllo qualità delle saldature, dal riesame tecnico fino alla realizzazione dei manufatti secondo UNI EN ISO 3834-2 e UNI EN 15085 CL1 come Weld Coordinator. Qualifica personale come IWE ottenuta presso Istituto Italiano Saldatura: International Welding Engineer IT EWE 140119A. Qualifica dei procedimenti secondo UNI EN ISO 15614-1 acciai e 15614-2 alluminio e la qualifica dei saldatori secondo UNI EN ISO 9606-1 acciai e UNI EN ISO 9606-2 leghe di Alluminio. Stesura delle WPS in conformità alla 15609-1. Controlli non distruttivi CND come liv.2 secondo UNI EN ISO 9012 per VT (Visual Testing) PT (Penetrant Testing) e MT (Magnetic Testing). Controlli distruttivi Macroscopici in conformità alla UNI EN ISO 17693 e UNI 3138. Sviluppo qualità di prodotto nel rispetto delle norme in vigore realizzando, applicando e controllando i Piani di Fabbricazione e Controllo sugli stessi. Gestione delle Visite Ispettive dei clienti, dei Reclami e delle Non Conformità. Preparazione documentazione per verifica conformità di prodotti settore ferroviario in collaborazione con Organismi notificati ANSF come Valutatori Indipendenti per la Sicurezza (VIS) di un componente ai requisiti di omologazione relativi alla sicurezza ad esso applicabili e l'idoneità all'impiego dello stesso.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 22 luglio 2013 da Filippo Terrenzio il lunedì, luglio 22, 2013 alle 07:08 ed appartiene alla categoria Misurazione analisi e miglioramento. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Lascia un commento!

 

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Vai su »